Attività per la scuola secondaria II° 2020-03-10T18:52:17+01:00

Attività per la scuola secondaria II°

Con Giulietta e Romeo: diventa regista per un giorno!

Attività per la scuola secondaria di I°. Consigliato particolarmente per le classi I, II, e III

Attraverso la vicenda di Giulietta e Romeo, i ragazzi verranno portati a capire le differenze e le analogie tra linguaggio teatrale e linguaggio cinematografico.

Attività-per-le-scuole-secondarie-di-I-grado

L’attività didattica per le scuole secondarie di primo grado si sviluppa in due diversi momenti.

Prima fase:

  • visita interattiva del Museo, durante la quale i ragazzi verranno invitati a riflettere sulla complessità dei diversi elementi che concorrono alla realizzazione di un lavoro per il cinema.
  • illustrazione degli allestimenti shakespeariani per il teatro di Zeffirelli e delle sue trasposizioni cinematografiche, con la spiegazione di che cos’è uno storyboard.
  • visione guidata del video che illustra i molteplici campi dell’attività di Zeffirelli in ambito teatrale e cinematografico.
  • infine ascolto delle idee espresse dai ragazzi.

Seconda fase, di tipo laboratoriale:

  • invito all’elaborazione personale da parte dei ragazzi delle emozioni e delle informazioni acquisite nel corso della fase precedente;
  • scelta e studio di una sequenza del film Romeo e Giulietta. Dopo ciò i ragazzi sceglieranno un episodio e lo illustrerannoo, secondo la propria immaginazione, attraverso la resa grafica, realizzando così una “vignetta” del propria storyboard ideale. Alcuni degli elaborati verranno quindi esposti nella sede del Museo.

La visita senza laboratorio, della durata di circa 1 h ha un costo di 5 euro a studente.

La visita + laboratorio didattico, della durata di circa 3 h, ha un costo 7 euro a studente. Gli insegnanti hanno diritto all’ingresso gratuito.

Per informazioni e prenotazioni: indirizzo e-mail: education@fondazionefrancozeffirelli.com tel. 055 281038

I mille volti di Don Giovanni

Consigliato particolarmente per le classi III, IV e V

L’attività didattica per le scuole secondarie II° si pone i seguenti obiettivi:

  • capire come dietro l’allestimento di uno spettacolo teatrale o cinematografico si celi un lavoro che coniuga creatività e studio.
  • comprendere l’importanza di una metodologia di lavoro basata su una rigorosa documentazione storica e artistica.
  • apprendere i principali elementi che concorrono alla realizzazione di uno spettacolo: la drammaturgia (soggetto, testo e, per il cinema, sceneggiatura), l’interpretazione (regia, recitazione e/o canto), la resa visiva (scene e costumi e, per il cinema, storyboard e fotografia).
  • sollecitare la curiosità e la capacità di osservazione, condividendo le proprie idee in gruppo.
  • stimolare la creatività.
  • scoprire come il teatro metta in relazione discipline diverse tra loro come l’arte, la letteratura e la musica.
  • sollecitare una stretta connessione tra il momento di apprendimento in mostra e quello in classe.

Le numerose edizioni del Don Giovanni, messo in musica da Wolfgang Amadeus Mozart su Libretto di Lorenzo Da Ponte, realizzate da Franco Zeffirelli nel corso della sua lunga carriera (ben sette), nella loro sorprendente diversità, illustrano con straordinaria evidenza la molteplicità delle chiavi di lettura offerte dal capolavoro mozartiano.

Attività-per-le-scuole-secondarie-di-Ii-grado-don-giovanni

Tale varietà è da ricondurre alla complessità del personaggio, entrato ormai a far parte dell’immaginario collettivo, così come ci è pervenuta attraverso le numerose opere che, nel corso dei secoli, lo hanno visto protagonista, a partire dal Burlador de Sevilla dello spagnolo Tirso de Molina, per giungere a Mozart e ai nostri giorni attraverso Molière.

L’attività si sviluppa in tre fasi che potranno essere articolate in due/tre incontri per la durata complessiva di circa 4 ore.

Prima fase: incontro introduttivo su mito di Don Giovanni Tenorio in un’aula attrezzata situata a pianterreno.

Seconda fase: visita interattiva dall’andamento dialogico attraverso le sale del Museo, con particolare attenzione alla sala dedicata ai diversi allestimenti dell’opera mozartiana realizzati da Franco Zeffirelli.

Terza fase: all’interno dell’aula attrezzata, dove attraverso il supporto di materiale audiovisivo (schizzi, disegni preparatori, bozzetti, foto di scena, brevi brani filmati dell’opera realizzata) ai ragazzi verranno illustrati i diversi momenti in cui si articola il complesso lavoro sotteso alla realizzazione di un allestimento scenico, a partire dall’analisi del testo drammaturgico fino alla sua realizzazione sul palcoscenico.
Gli studenti saranno stimolati a esporre le proprie opinioni e, alla fine, verranno invitati a elaborare una propria “visione” dell’opera di Mozart, attraverso la realizzazione di bozzetti scenografici o la stesura delle proprie “note di regia”, sulla base delle loro abilità e delle loro preferenze. Alcuni degli elaborati verranno quindi esposti nella sede del Museo.

La visita senza laboratorio, della durata di circa 1 h ha un costo di 7 euro a ragazzo:
L’attività articolata in due/tre incontri ha un costo di 10 euro a studente. Gli insegnanti hanno diritto all’ingresso gratuito.

Per informazioni e prenotazioni: indirizzo e-mail: education@fondazionefrancozeffirelli.com tel. 055 281038

L’Inferno secondo Zeffirelli

Consigliato per tutte le classi della scuola secondaria di secondo grado

L’attività didattica per le scuole secondarie II° si pone i seguenti obiettivi:

  • capire come dietro l’allestimento di uno spettacolo teatrale o cinematografico si celi un lavoro che coniuga creatività e studio.
  • comprendere l’importanza di una metodologia di lavoro basata su una rigorosa documentazione storica e artistica.
  • apprendere i principali elementi che concorrono alla realizzazione di uno spettacolo: la drammaturgia (soggetto, testo e, per il cinema, sceneggiatura), l’interpretazione (regia, recitazione e/o canto), la resa visiva (scene e costumi e, per il cinema, storyboard e fotografia).
  • sollecitare la curiosità e la capacità di osservazione, condividendo le proprie idee in gruppo.
  • stimolare la creatività.
  • scoprire come il teatro metta in relazione discipline diverse tra loro come l’arte, la letteratura e la musica.
  • sollecitare una stretta connessione tra il momento di apprendimento in mostra e quello in classe.

Attraverso le splendide tavole realizzate da Zeffirelli per una versione cinematografica dell’Inferno di Dante Alighieri (mai realizzata), i ragazzi scopriranno come il linguaggio cinematografico si presti a tradurre visivamente anche i testi più complessi.

attività per la scuola secondaria II°

L’attività per le scuole secondarie di II° si sviluppa in due diversi momenti.

Prima fase:

  • visita del Museo dall’andamento dialogico. Sarà quindi prestata particolare attenzione alla sala che ospita l’istallazione sull’Inferno. I ragazzi ripotranno così riflettere sulla complessità dei diversi elementi che concorrono alla realizzazione di un film. Nella sala dedicata all’Inferno dantesco un attore leggerà alcune terzine.
  • illustrazione degli studi realizzati da Zeffirelli durante la fase di preparazione dei suoi film. Sarà inoltre spiegato cosa è uno storyboard.
  • visione guidata al video che illustra i molteplici campi dell’attività di Zeffirelli in ambito teatrale e cinematografico.
  • ascolto delle idee espresse dai ragazzi.

La seconda fase si svolgerà in un’aula attrezzata per la didattica, situata al pianterreno del Museo, dove i ragazzi svolgeranno le seguenti attività:

  • elaborazione personale delle emozioni e delle informazioni acquisite nel corso della fase precedente.
  • illustrazione di un episodio tratto da un canto dantesco in base alla propria immaginazione. Attraverso la resa grafica, gli studenti realizzeranno una visione personale dei personaggi (costumi) e dell’ambiente (scenografia),o una “vignetta” del proprio storyboard ideale. Potranno inoltre realizzare una piccola sceneggiatura del canto prescelto.

La visita senza laboratorio, della durata di circa 45″ ha un costo di 5 euro a studente.
La visita + laboratorio didattico, della durata di circa 2 h, ha un costo 7 euro a studente. Gli insegnanti hanno diritto all’ingresso gratuito.

Per informazioni e prenotazioni:
indirizzo e-mail: education@fondazionefrancozeffirelli.com
tel. 055 281038

L’attività didattica per la scuola secondaria di II° si pone i seguenti obiettivi:

  • Scoprire i diversi linguaggi dei vari generi spettacolari: teatro di prosa, opera lirica e cinema.
  • capire come dietro l’allestimento di uno spettacolo teatrale o la realizzazione di un film si celi un lavoro che coniuga creatività e studio.
  • apprendere i principali elementi che concorrono alla realizzazione di film: soggetto e sceneggiatura, l’interpretazione (regia, recitazione); la resa visiva (scene e costumi, storyboard e fotografia).
  • comprendere l’importanza di una metodologia di lavoro basata su una rigorosa documentazione storica e artistica.
  • sollecitare la curiosità e la capacità di osservazione, condividendo le proprie idee in gruppo.

subscribe to the newsletter